Crimini dell’oligarchia by Valentina

Quasi la metà dei pensionati Inps, per la precisione il 45,2%, ha una pensione inferiore a 1.000 euro al mese. Anche dall’Europa arrivano dati drammatici: l’Eurostat ha calcolato che lo scorso anno quasi 20 milioni di italiani sono stati sfiorati dallo spettro della povertà. Secondo il bilancio sociale presentato dall’Istituto di previdenza nazionale, circa 7,2 milioni di pensionati non arrivano a 1.000 euro, mentre 2,26 milioni (il 14,3% del complesso) non raggiunge nemmeno 500 euro. Meno di 650.000 persone può invece contare su una pensione di 3.000 euro al mese. Nello stesso anno su 315 miliardi di uscite correnti, 296 miliardi sono costituite da prestazioni istituzionali che si articolano in prestazioni pensionistiche (prestazioni che hanno caratteristica di trasferimento periodico e permanente) e prestazioni non pensionistiche.

In caduta libera, poi, il potere d’acquisto delle famiglie italiane dall’inizio della crisi a oggi. I dati dell’istituto raccontano che dal 2008 al 2012 si è ridotto del 9,4 per cento. Mentre nel solo anno tra il 2011 al 2012 il calo è stato del 4,9 per cento. Nel complesso, nei quattro anni considerati il reddito disponibile delle famiglie ha perso in media l’1,8% (-2% tra il 2011 e il 2012). (fonte)

GRAZIE Napolitano, Monti, Letta, Berlusconi, Alfano, Bersani, Epifani & C …….(non dimenticate questi nomi alle prossime elezioni!)

This entry was posted in Italia and tagged , , . Bookmark the permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *