Un Governo che durerà by Valentina

Noi che non votiamo per nessun motivo, abbiamo la possibilità di essere obiettivi. Il Governo gialloverde è criticabile per molti versi, ma durerà parecchio, per due motivi evidenti: non esiste opposizione e l’alternativa realistica è peggiore.

Il Governo Conte, è il sessantacinquesimo governo della Repubblica Italiana, il primo della XVIII legislatura, in carica a partire dal 1º giugno 2018. Fino ad oggi, è in carica da 13 mesi. I vent’anni precedenti sono stati governati alternativamente da PD e FI.

Se l’Italia è allo sfascio non può essere a causa di un Governo in sella da 13 mesi. Se ci sono circa 700 grandi opere ferme, è perchè in decenni PD e FI non le hanno ultimate. Il Lazio ha il maggior numero di “cattedrali nel deserto”: 83 opere mai finite. Dal 2000 si sono alternati alla guida del Lazio 2 Presidenti del centro-destra e 3 del centro-sinistra. Zingaretti è in carica dal 2013, e strilla perchè le grandi opere siano terminate.

Se mancano migliaia di medici, è perchè i ministri della Sanità e dell’Istruzione non hanno fatto previsioni per 20 anni. Se la giustizia è marcia lo si deve a PD e FI che in due decenni non hanno saputo riformarla. Se abbiamo un debito pubblico stratosferico è perchè la seconda Repubblica ha sperperato. Se la corruzione dilaga è perchè quelli che hanno governato l’Italia fino a ieri, l’hanno lasciata crescere.

Se il Governo Conte cadesse, l’alternativa potrebbe essere solo un monocolore di destra con Salvini e Meloni, o un breve “governo tecnico”. Due belle iatture. Certo non un monocolore PD, nè un bicolore PD+FI, perchè pochi italiani avrebbero il coraggio di affidare il risanamento dei guai del Paese ai partiti che li hanno causati. E un bicolore PD e M5S non sarebbe meno problematico di quello attuale.

This entry was posted in Italia and tagged . Bookmark the permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *