I “maestri” di Hitler by Guy Fawkes

Fu a Vienna, dove visse tra il febbraio 1908 e il maggio 1913, che Hitler
iniziò ad avvicinarsi all’antisemitismo, un’ossessione che avrebbe
dominato la sua vita e sarebbe divenuta la chiave di molte delle sue
azioni successive. Vienna aveva una grossa comunità ebraica,
comprendente molti ebrei ortodossi dell’Europa orientale. Hitler in
seguito ricordò il suo disgusto nell’incontrare gli ebrei viennesi.
In quegli anni venne stampata una rivista zeppa di teorie e tesi antisemite
dal nome di “Ostara”, che pure Hitler risulta leggesse la
sera nel dormitorio comunale, come testimoniarono alcuni suoi compagni
di camera. A quest’epoca risale la sua iscrizione alla “Lega antisemita”
di Adolf Lanz e ai primi mesi del 1909 la partecipazione alle riunioni
iniziatiche di tale associazione. Adolf Hitler definì Lueger,
violentemente anti-semita) il sindaco più forte che sia mai esistito.
Sostenne inoltre la causa delle politiche razziste contro tutte le minoranze
non di lingua tedesca. Hitler apprezzò molto la figura di Lueger
nella Vienna dei primi anni del Novecento e ne trasse sicuramente ispirazione.
(Wikipedia)

This entry was posted in Estero and tagged . Bookmark the permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *